Le protagoniste

Giorgia Foroni: Stella del Fitness tutta italiana

Senza la mia famiglia, il loro affetto e supporto, non sarei mai arrivata dove sono.

Donne che fondono nella loro immagine forza, grazia e potenza, una bellezza atletica devastante. I nomi che rappresentavano queste dee erano fino a poco tempo fa sempre e solo straniere. Ma da un paio d’anni a questa parte abbiamo un nome italiano che brilla sempre più e che sta velocemente togliendo luce alle altre: parliamo di Giorgia Foroni.

Giorgia è una grande atleta e la sua routine lo racconta senza premesse. Ha una genetica imbarazzante che le permette di raggiungere velocemente risultati riservati ad altre solo dopo anni di sacrificio. Ma soprattutto, è una mamma e una persona bellissima. Ha 2 bambine stupende, cui dedica l’amore e la presenza che sa essere fondamentali, senza per questo trovare scuse sul lavoro o nell’ allenamento. Incarna a pennello il concetto di donna-mamma-persona. É una studentessa umile e attenta, capace di condividere con i compagni le sue esperienze con una semplicità ed una solarità incredibili.

Conosciamola insieme.

QUAL E’ IL TUO BACKGROUND ATLETICO GIORGIA? RACCONTACI COME HAI AVVICINATO IL MONDO SPORTIVO PARTENDO DALLA TUA INFANZIA!

Il mio primo e unico sport è stata la ginnastica ritmica. Ho iniziato all’età di 6 anni e da quel momento è stata la mia più grande passione fino al giorno in cui ho deciso di concludere la mia carriera agonistica, a 19 anni. Perciò il mio background viene dalla ginnastica, una disciplina tanto difficile quanto affascinante. Fin da piccola, quindi, sono stata abituata ad ore e ore di allenamenti in palestra, la mia seconda casa. Ogni giorno dopo scuola erano almeno 3 ore di allenamento, e nel periodo di gare spesso anche nel week end facevo allenamenti extra. Durante l’estate allenamenti al mattino e al pomeriggio, prove su prove, ripetizioni su ripetizioni, cadute su cadute, soddisfazioni su soddisfazioni. A 19 anni ho deciso di smettere, ma la ginnastica ritmica mi è rimasta nel cuore. Ringrazio tutt’oggi mia mamma per il sacrificio che ha condiviso con me in tutti quegli anni. A distanza di poco tempo mi sono avvicinata al settore del fitness, appassionandomi allo step. Il mondo del fitness mi ha travolta, ho preso molte certificazioni, ho studiato ed ho iniziato a lavorare in diverse palestre di Verona e provincia come istruttore in sala corsi. Da una passione è nata una vera e propria attività: oggi sono personal trainer, insegnante di pilates e atleta professionista di fitness.

QUANDO HAI INIZIATO A GAREGGIARE? 

La mia prima gara in fitness con routine è stata a maggio 2013, un po’ per gioco, un po’ per nostalgia del palco, un po’ per rimettermi in pista e vedere fino a che punto sarei arrivata. Tempo prima avevo visto un video di Oksana Grishina e ricordo di aver detto: “Voglio farlo!”. Da quel momento ho ripreso allenamenti costanti, alimentazione controllata, ore e ore di flessibilità e potenziamento, fino ad arrivare a calcare i palchi proprio accanto a lei!!

Giorgia Foroni all’Arnold Classic 2016

QUALI SONO I PENSIERI PIU’ RICORRENTI CHE HAI PRIMA DI UNA GARA?

Pensieri più ricorrenti prima di una gara….mmmm…difficile questa, perchè sono una marea!! Il principale è sicuramente quello di non essere pronta o non arrivare in gara in condizione ottimale. Ho sempre il timore che qualcosa possa andare storto, date le innumerevoli variabili in gioco. Il secondo pensiero invece è: non vedo l’ora di salire sul palco, divertirmi e …spaccare!!!

TI CAPITA DI AVERE GIORNI NO? COME REAGISCI PER NON FARTI SOPRAFFARE?

E chi non ha giorni no?? Certo che capita anche a me…spesso per la stanchezza e la frenesia di dover gestire giornate infinite e, passatemi il termine, “incasinate”,o perchè ho male praticamente ovunque! Non ho un metodo particolare per reagire, credo sia solo la mia volontà. Accetto quei momenti e vado oltre, preparo il mio borsone, entro in palestra, inizio il riscaldamento e piano piano inizio a stare meglio. Non è certo facile gestire i mille impegni quotidiani (miei, delle bimbe, del lavoro, della casa..). Ammetto che a volte mi scoraggio, perdo la pazienza…ma poi reagisco, respiro, magari piango per sfogarmi, e vado avanti. Ogni scelta che faccio, proprio per carattere, la faccio consapevolmente e mollare non rientra nel mio DNA.

RACCONTACI UNA TUA SETTIMANA TIPO.

Mi alleno 4/5 volte a settimana in sala pesi, allenamenti mai oltre i 50/60 minuti. Gli allenamenti sono periodizzati (forza, massa, definizione, mantenimento…), dipende dal periodo dell’anno in cui mi trovo. Poi dedico altri 1 o 2 allenamenti alla prova della routine acrobatica. Mi sono ricavata degli orari di allenamento nei momenti in cui le bambine sono a scuola e non ho lezioni di gruppo o con clienti; spesso porto con me pc o tablet per poter lavorare anche quando non sono a casa. Vado a letto presto la sera (ci provo almeno..dopo aver sistemato tutto) e cerco di dormire almeno 7 ore ogni notte. La mia giornata è scandita dagli impegni, ma con la giusta organizzazione e una buona dose di self control nulla è impossibile.

QUANTO E’ IMPORTANTE L’ALIMENTAZIONE NELLA TUA PREPARAZIONE?

L’alimentazione è il fattore primario nella preparazione per un’atleta di bodybuilding e fitness. Il cambiamento del corpo avviene principalmente grazie a ciò che mangiamo, a come ci nutriamo. Preparo tutti i miei pasti del giorno la sera prima, proprio per avere sempre tutto pronto senza perdere tempo, già dosato e con tutti i macros del giorno di cui ho bisogno.

QUAL E’ LA PERCENTUALE DI GRASSO CORPOREO CHE RAGGIUNGI PRIMA DI UNA GARA?

La percentuale di grasso corporeo che raggiungo in gara è intorno al 10,5%, mai al di sotto.

QUANTO E’ IMPORTANTE NELLA TUA PREPARAZIONE SAPERE DI AVERE IL SOSTEGNO DELLA TUA FAMIGLIA?

Il sostegno della mia famiglia è fondamentale. Senza la mia famiglia, il loro affetto e supporto, non sarei mai arrivata dove sono. Un sorriso e un abbraccio delle mie bimbe mi danno la carica per proseguire e mi spronano a fare sempre meglio.

SEI STATA ACCANTO AD ATLETE DELLA PORTATA DI NICOLE WILKINS. RACCONTACI LE TUE EMOZIONI E I TUOI PENSIERI!

La prima sensazione è stata incredulità, poi tanta ammirazione e rispetto per un’atleta pluricampionessa dell’Olympia, famosissima ma sempre tanto umile e pronta ad avere una parola di conforto e motivazione per tutti. Anche Oksana Grishina è di una semplicità sconvolgente, questo a dimostrazione del fatto che la passione e il sacrificio per questo sport ci mettono tutti sullo stesso livello, a prescindere dal risultato.

CHE CONSIGLIO VUOI DARE A CHI HA INTENZIONE DI INIZIARE A GAREGGIARE?

Consiglio per chi ha intenzione di gareggiare: pazienza e determinazione infinite. Non ascoltate nessuno, focalizzate l’obiettivo, scegliete i giusti collaboratori, trovate la motivazione nel vostro miglioramento quotidiano. E’ un percorso che merita di essere vissuto molto lentamente!

 

Quando guardiamo qualcuno che ha raggiunto grandi risultati ci perdiamo spesso tutto il percorso che ha portato a quei grandi risultati. E soprattutto, ci perdiamo la possibilità di imparare che i “grandi risultati” richiedono gli stessi ingredienti che li hanno prodotti ogni giorno.

Qualunque sia il vostro obiettivo, la strada è sempre quella: fare, rifare e continuare a fare ciò che è necessario per raggiungerlo. Non ci sono scuse, ma solo azioni.

Alzatevi e andate a costruire il VOSTRO successo!

 

fonte: Blog di Giovanna Ventura

5 pensieri su “Giorgia Foroni: Stella del Fitness tutta italiana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *